2009-06-30

a old notebook for my comments



This is a old notebook very
damaged... many notes for all and all... This drawing I made with a pencil 2H and after I made the scan and I applied the color tone on gimp. I think that notebook is ideal for IF's week theme, worn.

Questo è un vecchio quaderno molto rotto... molti note ci sono stati fatte per tutto e tutti... Questo disegno è stato fatto con una matita 2H e dopo ho applicato del colore in gimp. Io ho pensato che questo quaderno fosse ideale per il tema di Illustration Friday di questa settimana, "worn" (sciupato, sfinito, logoro, scalcinat, usato, ...)

2009-06-28

frittelle di riso all'albicocca*

Ingredienti:
  • 100 g di riso integrale*,
  • 100 g di farina integrale*,
  • 1 bicchiere di latte,
  • 2 albicocche secche fatte rinvenire,
  • 60 g di zucchero,
  • 2 uova,
  • 1 bustina di vaniglia,
  • cannella,
  • 1/2 limone non trattato*,
  • 3 cucchiai di brandy,
  • zucchero a velo,
  • olio di semi,
  • sale.
Lavate il riso e cuocetelo in acqua salata per 30 minuti (riso normale circa 8 min) con la scorza di limone e un pizzico di sale. Unite il latte bollente e cuocete ancora per 15 minuti (riso normale forse 5 minuti bastino), poi fatte raffreddare. In una ciotola amalgamate la farina, lo zucchero, la cannella, le albicocche* tritate, il liquore, i tuorli e per ultimi gli albumi montate a neve; quindi aggiungete il tutto al riso. Con questo composto formate delle palline e friggetele nell'olio caldo. Servite le frittelle subito calde, cosparse di zucchero a velo e cannella.

(*) Gli ingredienti integrali e il tipo di frutta possono sicuramente essere quelli tradizionali o di epoca.

Questa è una ricetta di un libro (Cent'erbe, Nardini Editore) regalato da Anna e mi ispira parecchio... forse gli ingredienti integrali possono essere scambiati per quei tradizionali e il tipo di frutta possa essere adeguato alla stagione... anche magari freschi. Per la cottura del riso, bisogna considerare che ci sono due cotture, la prima del riso da solo e poi assieme il latte, così occorre fare attenzione in portare il riso al dente con queste due cotture (di solito per il riso normale ci vuole 10~13min).

New York Public Library [600.000 images free]

Ôgiya uchi Yashio, Someki, Tsu... Digital ID: 416415. New York Public Library

Alcuni giorni fa ho guardato un bellissimo documentario di un intervento di vari artisti residenti a NYC inspirati nei documenti della biblioteca. Per chi volessi vederlo è in http://www.artbabble.org/video/design-book-episode-1 (si sono ben 4 parti di 9 min ciascuna più o meno).
A some days ago I watched a beautiful video at artbabble.org (http://www.artbabble.org/video/design-book-episode-1), Design the by book, this is the abstract of video:
The New York Public Library holds a wealth of unexpected sources of inspiration for artists and designers: from vintage valentines and textile patterns, to fabric samples and turn-of-the-century menus from around the world. For this online-only miniseries, Design by the Book, NYPL partnered with the leading design blog Design*Sponge to invite five New York City-based artists to sift through its collections in search of inspiration. Watch as the artists, who range from a glassblower to a letterpress printer, create unique works inspired by what they found. The artists are: Lorena Barrezueta, Rebecca Kutys, Mike Perry, John Pomp, and Julia Rothman. Music for the series was provide by Clear Tigers.

2009-06-17

unfold a short story



This drawing or illustration I've began four months ago ... this only a idea's draft, but as I do not know when I'll ever finish and I'll return it ... I've
to find better leave it unfinished, as are so many things in our lives
:-)


Questo disegno ho abbozzato e poi iniziato lavorare su di lui... per adesso è soltanto un'idea ma come non so mai quando mai finirò e quando mai lo riprenderò... ho trovato meglio lasciarlo per adesso così, incompiuto come sono tante le cose di nostra vita :-)

2009-06-11

my craving in the wall



In my childhood I dreamt to be a painter ... yet I do not know if I am truly become (thanks Adriano Bimbi).

Last sunday I'm gone in the my center town to drink a coffee and I had make some photos... I found this wall with written and I thought that it was ideal for the background of the Illustration Friday week's theme. I drew the two figures, the 'HE' was already as the little crack of light ...

Nella mia infanzia ho sempre pensato diventare un pittore... ancora non lo so se sono diventato veramente uno (grazie a Adriano Bimbi per questo continuo domandarsi:)
Nell'ultima domenica sono andato in centro città (a Leme) per prendere un caffè e scattare qualche foto. Io ho trovato un muro con delle scritte ed ho pensato che sarebbe stato bello come sfondo dell'illustrazione della sfida di Illustration Friday di questa settimana, Craving (un intenso desiderio di qualche cosa particolare, literalmente).  Io ho disegnato le due figure, il "HE" c'era già e anche quella piccola fessura di luce...

Para quem entende o português aqui voce vai encontrar um artigo autobiografico... nada de pomposo... somente um relato para o Museu da Pessoa:
William Turner foi a faísca - parte 1
Em Bolonha, caminhos da arte - parte 2
Darsi da fare - parte 3

2009-06-08

yet impossibility




Avevo fatto qualche settimana fa un disegno per IllustrationFriday sul tema dell'impossibilità... ed ieri la mia nipote Cristine ha scritto un piccolo testo per questa figura principalmente ispirata alle righe attorno l'illustrazione: L'impossibilità di vederti aguzza l'istinto di immaginarti a distanza ... Il testo ci Cristine Menezes è nostalgico e molto bello com'erano le intenzioni di quest'immagine.


Ipauh Leuhan | Nahuel Huapi
Meus olhos se abrem sob seu olhar carinhoso me dizendo “Vem comigo” e então desperto. Sua imagem se esvai pela janela do quarto... Levanto e olho através da vidraça, há um sol morno da tarde tentando inutilmente aquecer a paisagem que já não te guarda! Você agora se esconde atrás daquelas montanhas ao fundo... Bem longe! Ou será que ainda não? Será que você está ainda andando por estas ruas?! Com esse pensamento me animo e saio a caminhar sem destino pelas ruas que antes caminhávamos juntos, em dias e noites atemporais aos risos! Mas, agora a paisagem se cala diante de mim.
Chego à beira do lago e sento para assistir a um silencioso espetáculo em curso: o sol se põe produzindo uma linda mistura de cores sobre o céu e água. Espero mais uma vez ser surpreendida pela sua voz ao meu lado, mas, isso não acontece. Então percebo outro acontecimento em curso, desta vez dentro de mim. Embora agora a distância se imponha, meu coração abre espaço para o seu, e fico a te imaginar ao meu lado saboreando aquele momento que apesar de marcar o fim – do dia, e também meu – marca um recomeço.
As ruas não te guardaram para mim e, deste dia em diante, posso já não te encontrar... não importa! Tua presença me modificou e carrego agora um pouco de ti aonde eu for. Meu reflexo nas águas acusa esta mudança, minha imagem se modificou depois de ter se visto refletida no seu olhar.

Cristine Gobbo Menezes, 06' 2009