2008-12-10

tank of the ships


tank of the ships
Originally uploaded by jag-rabisco
Negli anni settanta e ottanta ho lavorato in un istituto di ricerca navale a San Paolo. Era molto divertente ed è stato un periodo particolarmente felice e creativo. Li ho iniziato gli studi sulla Fisica e poi finalmente ho studiato alla FAAP, animato dalla mia ricerca sulla Fotografia.
Quest'immagine fa parte della seconda parte della mia storia raccontata al Museu da Pessoa di San Paolo.


Nos anos setenta e oitenta trabalhei no instituto de pesquisas de São Paulo, IPT, na área de engenharia naval. Lá tinha e tem ainda um enorme tanque de provas e eu vivia testando barquinhos em escala... esta é uma imagem que faz parte da minha história contada ao Museu da Pessoa de São Paulo.

2008-11-23

pittore delle nuvole


pittore delle nuvole
Originally uploaded by jag-rabisco
Esta ilustração abre a primeira parte da minha história contada no Museu da Pessoa. Inicialmente ia ser uma entrevista em base uma serie de anotações minhas, no final estas anotações viraram un texto autobiográfico, como ficou bem longo, foi dividido em tres partes. As imagens lá presentes são todas de minha autoria.

Questa illustrazione apre la prima parte della mia storia raccontata al Museo della Persona. Inizialmente doveva essere una entrevista in base ad una serie di relati di mio pugno, alla fina questo testo è diventato autobiografico, come era è diventato parecchio lungo è stato diviso in tre parti. Le immagini li presenti sono di mia autoria. Per ora il testo è soltanto in portoghese ma arriva presto una versione in italiano (sinceramente non so a chi possa interessare:).

2008-11-21

ritagli in verso libero | retalhos em verso livre

Uma das minhas manias é guardar todo tipo de idéia numa pasta. Outro dia encontrei estes projetos e pensei que seria legal coloca-los daqui pra frente em um set.
A idéia deste desenho é usar retalhos de revistas, jornais e panfletos num collage aonde as figuras e as palavras pudessem formar uma frase ou um verso. Isto deveria ter virado uma série de trabalhos mas ficou somente nisto... mas quem sabe não me volta a vontade.

Ho una cartella con un casino di progetti e idee mai compiute... ogni tanto le guardo e penso se possono essere utili o praticabili. Da ora in poi, questi progetti le pubblicherò nel set "ideas".
L'idea di questo disegno era approfittare ritagli di riviste, giornali, volantini, ecc, che potessero costituire un immagine con una frase o verso libero... un po' come facevano i dadaisti... ma qui aveva un'intenzione precisa. Doveva costituire una serie ma è rimasto soltanto in questo abbozzo, chissà potrei fare qualcosa adesso.

2008-11-12

jantar bastidores da proclamação da republica (14/11/2008)

Data/Hora: 14/11/2008 - 20:30hs e 22:00 (1)
Local: da Lucia Favero

MENU
Entrada
Salada de cenouras com iogurte, acompanhado de pão italiano o bengalinhas francesas crocantes.

Primo (2)
Taglierini com rúcola e tomatinho cerejinha
Taglierini com tomatinho cerejinha e pimenta (pra ter uma escolha pra quem não gosta de ardidos).

Secondo
Pensei em fazer um peixe a base de tomate, batatas, pimenta e salsinha, uma variação do prato que normalmente faço com o bacalhau... como este peixe requer muito tempo para prepara-lo, podemos usar o Merluzzo congelado (custa mais barato e rende mais...), que tem sabor muito parecido e com poucas espinhas.

Dessert
Torta de limão ou sorvete (creme e limão, seriam os gostos clássicos pra este mix de pratos, se conseguir o limoncello então seria o máximo!)

Bebida
Limoncello (uma bebida a base de limão... talvez seja possível encontra-la no pão de açúcar nos licores importados).
Vinho branco seco, como verdicchio, pinot branco, chardonnay, neste período tenho visto muito lambrusco branco, que é levemente espumante e seco... também pode ser uma boa pedida para os nossos pratos e pra quem não conhece este tipo de vinho.

COMMENTARI A POSTERIORI
La cena è stata bella ma i pomodori non sono stati quelli giusti e la pastasciutta è rimasta troppo asciutta per i miei gusti... l'hanno mangiata tutta... ma per colpa dello spessore originale delle tagliatelle... i taglierini erano molto difficile da realizzare... la machinetta per stirare la pasta ho dovuta prenderla in una sedia... non c'è stato modo di prendere a nessuna delle tavole (il bordo era così stretto che non è stato possibile...).
Un'altra cosa importante in questi casi è mettere il pomodoro al fuoco per fare dell'acqua, perdere l'acidità e acquisire un'attimo di zucchero... cosa che non ho fatto... pensavo al pomodorino ciliegio... prossimamente farò questo test con dei pomodori normali e proverò il risultato.
Le pentole sono importanti... principalmente nel momento di scollare e mischiare agli ingredienti... l'improvvisazioni ha finito per scuocere la pasta e per i miei gusti era troppo cotta... per loro andava bene.
L'entrata, l'insalata di carote, è stata approvata ma bisogna prendere delle carote piccole e tagliarle finemente altrimenti diventano troppo dure... forse bisogna farle marinare nel limone più tempo anche... ma l'importante è prendere delle carote piccole e tenere.
Il secondo è stato molto buono e a tutti è piaciuto... con del bacala questo sarebbe il massimo e i miei amici di Italia lo sanno benissimo.
Il dolce è stato offerto da Carminha, che non è venuta (era malata con un raffreddore), era buonissima la torta di limone... e ha chiuso degnamente la nostra cena.
La prossima volta verrà meglio e grazie a tutti.

2008-11-08

drawings and collages [theater: illustrationsfriday]



[Tecnica di collage al computer]

This is a old work made in 2008 with digital drawing and collages techniques. In this week [2009-24-04 to 2009-30-04] of IllustrarionFriday choose the "Theater", I think that this image is very representative ...

In questo periodo vengo facendo dei collage al computer, la mia ostinazione è di rendere questa tecnica più vicina a quella ottenuta realizzata coi metodi manuali. Il ritaglio di una figura, anche si tosco, lascia più viva l'immagine, la carta così tagliata rimane un bordo sottile ed irregolare di carta senza colore. So benissimo che ancora non è del tutto all'altezza, ma stiamo arrivando. Se qualcuno vorrebbe capire , secondo me, la relazione tra collage fatto al computer e quello realizzato a mano, questo set di collages fatti in 1997, potrebbe spiegare quello che voglio ottenere. Un collage che particolarmente lo trovo molto riuscito é questo inspirato agli affreschi di Giotto.

Neste período venho fazendo alguns trabalhos com collage digital, a minha idéia e fazer com os recortes sejam bem parecidos com aqueles obtidos cortando o papel na mão... deixando assim uma parte de papel sem a tinta da impressão. Estes tipos de retalhes e cortes deixa as formas muito vivas e coerentes com a minha pesquisa sobre collage feita as uns 10 anos atrás. Naquela época e ainda hoje penso que a qualidade do material que serve para construir collages não é assim tão importante... mesmo aquele pobre, pode servir pra criar imagens altamente belas e cativantes. Conversando com um gráfico e ilustrador italiano, Roberto Cecchi, sobre este trabalho em particular, ele acha que o meu estile é "arranhado e provocador" e cheio de referencias poéticas..., talvez ele tenha razão, não consigo desenhar sem encher o espaço de idéias e referências.
Se alguém quiser entender o que entendo na Collage o que penso entre trabalho em meios digitais e em meios manuais tenho um set de imagens de collages feitas em 1997 que podem explicar aquilo que estou perseguindo. Um collage que acho muito bem completado com esta tecnica é uma imagem inspirada nos afrescos de Giotto.

2008-09-29

Brushes and watecolor on gimp

In questa settimana alternando col lavoro da "contadino" nel mio orticello ho realizzato alcuni nuovi sperimenti coi pennelli, principalmente quelli per acquarello. Un po' inspirato nei testi di Levien e di Hodson ho ripreso gli sperimenti del crayon su carta ingres ma adesso per la carta d'acquarello. Ho semplificato in molto la costruzione del pennello d'acquarello, lasciando l'effetto della tinta sul supporto per conto di una "layer mask" con la texture tipica della carta.



Nesta semana alternando com o trabalho de horticultor amador, realizei alguns desenhos com novos pincéis, principalmente aqueles dedicados ao aquarela. Um pouco inspirado na leitura dos textos de Levien e do Hodson, retomei as experiencias com os crayon no papel ingres, mas desta vez para o papel de aquarela. Simplifiquei muito a construção dos pincel, deixando o efeito da tinta no papel para um "layer mask" com a textura tipica do papel para esta técnica.

O pincel não é dinâmico e contem somente um circulo com um esfumatura do tipo radial, acentuei os bordos, deste modo podemos conseguir em parte aquele efeito da concentração do pigmentos nos bordos das pinceladas.

Il pennello non è dinamico e contiene soltanto un circolo con un degrade radiale con dei bordi accentuati, questo imita l'effetto tipico dell'acquarello di concentrare dei pigmenti sui bordi delle pennellate.



No fundo da imagem apliquei o filtro "spread" para dar aquele efeito de "mezzatinta".

Sullo sfondo ho applicato il filtro spread per dare quell'effetto mezzatinta.

2008-09-19

Mangueira querida | Caro mango

A menina que queria um pé de manga
Outro dia estava plantando algumas "mudinhas" (porque será que se chamam mudas?) na frente do meu muro, deixei um espaço para um pequeno jardim. Estava entretido com a minha missão quando percebo uma menininha agachada ao meu lado que começa a conversar comigo. Ela pergunta porque eu estava plantando chá pra emagrecer (?!), de fato, estava plantando uma erva medicinal, vulgarmente chamada de "anador" (vou pesquisar pra que serve e o nome cientifico desta planta). Eu meio "sem saber o que dizer" respondi que era porque eu gostava dela... acho que a mãe dela (que estava por perto batendo um papo furado com um passante) usava isto pra emagrecer o algo que ainda não sei.
A menininha me contou que gostava de manga, e queria plantar um pé de manga no seu quintal. Eu perguntei, se ela tinha um quintal grande... ela respondeu que era enorme! Meu pai que presenciava a cena, sugeriu que desse de presente um pezinho de manga que nasceu por acaso no quintal... achei uma boa idéia e disse que ela viesse pegar a mudinha quando quisesse para plantar no seu quintalzão... Ela foi rapidinho interromper a conversa da mãe - mãe, mãe... o moço vai dar um pé de manga pra mim... e aí a mãe disse meio nervosinha - eu não gosto de manga! A menininha voltou perto de mim e começou a dizer que ela ia plantar a mangueira no quintal de qualquer jeito... desde daquele dia espero que ela venha buscar o pezinho de manga, que continua a crescer!

Eu estou pensando em realizar um e-book ilustrado com esta pequena história, nestes dias vou pensar no roteiro e no storyboard.


Um sketch veloz no mypaint e gimp | un schizzo veloce realizzato con mypaint e gimp.

La bambina che voleva un albero di mango
L'altro giorno mentre stava piantando alcune piantine vicino al mio muro, ho lasciato un piccolo spazio tra il muro e il marciapiede per fare un piccolo giardinetto, si è avvicinata una bambina e ha iniziato a parlare con me. Ela domandò perché io stavo piantando quella pianta di tè per dimmagrire (?!), infatti, era una erba medicinale con il nome volgare di "anador" (vado a ricercare il nome scientifico e l'uso). Io un po' sorpreso ho risposto perché mi piaceva... forse la madre (che chiacchierava con un passante per strada) utilizzava quest'erba per dimmagrire o qualcosa simile. La bambina diceva che li piaceva il mango e che voleva piantare un albero di questo frutto nel giardino di casa. Io domandai se lei aveva un giardino grande (visto che il mango è un albero assai ingombrante), lei rispose che era grandissimo! Mio padre che presenziava la scena disse - perché non regali quel piccolo mango che è nato in casa tua? Mi è piaciuta l'idea e disse alla bambina che se lei venisse con un sacchettino l'avrei regalato. Lei è andata veloce dalla madre e interrompendo la conversazione disse - mamma, mamma, il signore mi ha regalato il mango per piantare nel nostro giardino! La madre un tantino brusca disse che non li piaceva il mango... La bambina delusa ma convinta delle sue intenzioni disse - io andrò piantare il mango in ogni modo nel mio giardino, a me piace il mango! Allora da quel giorno aspetto che la bambina venga a prendere il suo albero di mango.
Sto pensando di illustrare questa piccola storia per un libro digitale (e-book), in questi giorni penserò a ciò.

2008-09-03

Sonetto figurato (finding 5)

Una xilo che ho trovata in un libro del XVIII secolo sull'argomento.

From rabiscos

Il sonetto è molto divertente:

"Dove son gli occhi, et la serena forma
Del santo alegro et amoroso aspetto?
Dov'è la man eburna ov' è'l bel petto
Ch' appensarvi hor' in fonte mi transforma?"

2008-08-31

Explode coração

Questa canzone di Luiz Gonzaguinha è bellissima, lui era bravissimo e nella voce di Maria Bethania c'è poco da dire.
La versione della lirica in italiano sicuramente non è degna della bellezza del poema di Gonzaguinha... ma aiuta a immaginare il pathos!



Explode Coração/Gonzaguinha

Chega de tentar dissimular e disfarçar e esconder
O que não dá mais pra ocultar e eu não posso mais calar
Já que o brilho desse olhar foi traidor
E entregou o que você tentou conter
O que você não quis desabafar
E me cortou

Basta di tentare dissimulare e mascherare e nascondere
Quello che non è più possibile occultare e io non voglio più star zitto
Già che il brillo di questo sguardo è traditore
E dice quello che tu non sei riuscito contenere
Quello che tu non hai voluto raccontare

E mi hai tagliato

Chega de temer, chorar, sofrer, sorrir, se dar
E se perder e se achar e tudo aquilo que é viver
Eu quero mais é me abrir e que essa vida entre assim
Como se fosse o sol desvirginando a madrugada
Quero sentir a dor dessa manhã

Basta di temere, piangere, soffrire, sorridere, darsi
E di perdersi e di trovarsi in tutto quello che è vivere
Io voglio è più aprirmi e che questa vita entri così
Como si fosse il sole sverginando la mattina
Voglio sentire il dolore di questa mattina


Nascendo, rompendo, rasgando, tomando, meu corpo e então eu
Chorando, sofrendo, gostando, adorando, gritando
Feito louca, alucinada e criança
Sentindo o meu amor se derramando
Não dá mais pra segurar, explode coração...

Nascendo, rompendo, tagliando, prendendo,mio corpo e così io
Piangendo, soffrendo,
piacendo, adorando, gridando
Come pazza, allucinata e bambina
Sentendo mio amore scorrendo
Non voglio più fermarmi, esplode coração...

2008-08-30

Piantando lettere | Plantando letras

Con questa mia smania di piantare tutto nel mio orto ho immaginato anche la possibilità di far ciò con le lettere:-)
Vorrei essere in grado di un giorno poter disegnare un font, una cosa che mi manca ancora... forse il tempo lo troverò più avanti... chissà.



Com esta minha mania de plantar tudo no horto, imaginei também a possibilidade de fazer isto com as letras:-)
Gostaria um dia, quem sabe, poder desenhar um font... talvez quando terei mais tempo e quando a horta tiver com as plantas crescidas;-)

2008-08-19

Book's Woodcuts (finding - 4)

Nelle ricerche che sto facendo in archive.org ho trovato molti libri interessanti sulla grafica, decorazione, ornamenti, incisione, ecc... Sto creando un bookmark ragionato per inserire in un post prossimamente, incluso un libro di Henry Lewis Johnson sul design delle copertine edito nel 1923.
Questa xilografia fa parte del libro edito in 1862 chiamato "Specimens of early wood engraving" di Dodd William, editore e autore. Il libro di specimens in xilo fa parte da una collezione di un editore di Newcastle del 18º secolo, John White, lui è originario da York, figlio dell'editore con lo stesso nome. Lui arriva a Newcastle nel 1708 e inizia l'edizione del giornale chiamato "Courant" nel 1711, pubblica anche una grande varietà di piccoli. Gli specimens, in gran parte, costituiranno le figure di libri editi dal suo padre a York.


From archive.org: "Specimens of early wood engraving" by Dodd William (1862).

Na pesquisa que estou fazendo em archive.org encontrei muitos livros interessantes sobre gráfica, decoração, gravura, etc..
Estou criando um bookmark sobre estas referências que irei colocar em um post proximamente, incluindo um livro muito belo de Henry Lewis Johnson sobre o design de capas editado em 1923.
Esta xilogravura faz parte de um livro editado em 1862 chamado "Specimens of early wood engraving" di Dodd William, editor e autor. O livro de specimens em xilo faz parte de uma coleção de um editor de Newcastle do 18º século, John White de York, ele é filho de um editor que leva o mesmo nome. Ele chega a Newcastle em 1708 e começa editar o jornal chamado "Courant" em 1711, publica também uma grande variedade de pequenos livros. A maioria dos specimens constituiram figuras utilizadas nos livros editados pelo pai a York.

2008-08-17

Beatriz Milhazes e le sue figure

L'altro giorno ho visto un documentario sull'artista brasiliana Beatriz Milhazes. La poetica del suo lavoro è molto bella e intensa con influenze che vanno da Matisse, all'arte geometrica, al pop art. Qui possiamo vedere alcuni dei suoi lavori nella Stazione di Gloucester a Londra.


From Wikipedia Commons

Il metodo da lei utilizzato per realizzare le tele hanno origine nella tecnica della monotipia, del collage e nella pittura su supporti trasparenti per poi trasferirle sulle tele. Qui troverete un po' dei suoi lavori: Beatriz Milhazes nella galleria Fortes Vilaça.

Il nuovo tool Spiro di Inkscape (previsto per la prossima release, la 0.47) può aiutare a creare figure molto simili a quelle ottenute dalla Milhazes.

Ho fatto un piccolo esperimento dove creai un segmento curvo con un pattern che è anche un elemento vettoriale... la giustaposizione di due tipi di trattamenti attraverso due layers in gimp hanno generato questa strana figura. Penso di fare un studio con questo strumento per disegnare dei pattern per sfondi e texture nelle mie illustrazione a venire.

2008-08-16

"Impasto" com Mypaint e variantes



Algumas experiências sem muito rigor para uma serie de avatars do Museu da Pessoa. Este trabalho foi executado com o programa Mypaint utilizando os tools de lápis, smooth e blur, que possibilitam o "impasto" e a diluição das pinceladas. A técnica tem que ser aprimorada mas no geral achei muito bom o realismo destes efeitos digitais.

Alcune esperienze senza pensare troppo con il programma Mypaint, ho utilizzato i tools matita, smooth e blur. Questa immagine è una prova per una serie di avatars che vengo lavorando a tempo per il Museu da Pessoa.

2008-08-15

Whistler's Mother | Arrangement in Grey and Black (finding - 3)


From Wikimedia Commons

Arrangement in Grey and Black: The Artist's Mother
, famous under its colloquial name Whistler's Mother, is an 1871 oil-on-canvas painting by American-born painter James McNeill Whistler. The painting is 56.81 x 63.94 inches (144.3 x 162.4 cm), displayed in a frame of Whistler's own design, and is now owned by the Musée d'Orsay in Paris. It occasionally tours worldwide. Although an icon of American art, it rarely appears in the United States, having toured in 1932-1934, appeared at the National Gallery of Art in 1994 and the Detroit Institute of Arts in 2004. It appeared at the Boston Museum of Fine Arts from June to September 2006. (from Wikipedia).

Questo quadro ha nel suo sfondo un'incisione della stessa serie dell'immagine qui sotto. L'incisione fa parte del libro che ho trovato in http://archive.org: The Great Painter-Etchers From Rembrandt To Whistler, by Malcolm C. Salaman, Edited By Charles Holme, 1914.

Una vecchia pubblicità | Uma velha propaganda... (finding - 1)

Nas minhas pesquisa por livros raros online descobri um link bem interessante: http://www.archive.org/
Tem muitos livros interessantes e raros... estava procurando livros sobre gravura e acabei achando um editado em 1914 em Londres, a coisa mais interessante é que antes de começar o livro encontrei varias paginas de propaganda ao velho estilo, a imagem abaixo é uma destas.

Nelle mie ricerche per libri rari disponibili su internet ho scoperto un link molto bello: http://www.archive.org/
Li ho trovato molto libri rari e interessanti... cercavo libri sull'incisione e ho trovato uno edito in 1914 a Londra, ma la cosa più interessante è che prima di cominciare il libro ho trovato diverse pagine di pubblicità allo vecchio estilo, l'immagine di sotto è una di esse.

2008-08-14

Aldus

Uma das minhas paixões não bem compreendidas e consumidas é a tipografia... a mais ou menos uns 5 anos atrás fiz a renovação gráfica de um jornal semanal na Itália e pude colocar colocar em prática as muitas leituras e pesquisas que fiz nos últimos 10~12 anos. Se vocês olharam nos rss do meu blog puderam notar vários links ligados à tipografia e os quais pesquiso com grande freqüência. Nos últimos tempos comecei a pensar a fazer alguns posters tipográficos dos fonts que mais gosto e conheço... provavelmente a serie não será em ordem alfabética... o primeiro da lista é o Aldus, claramente inspirado no trabalho pioneiro de Aldo Manuzio em Veneza no final do século XIV.

2008-08-05

Carta da pacchi e pennellate al caso

Sto cercando di impostare una tecnica di facile realizzazione per creare l'interazione tra pennellata e il supporto, in questo caso, ho ricreato la tipica carta da pacco... con un po' di libertà ho inserito nella trama una marca d'acqua orizzontale, in un certo modo il supporto sembra di più con la carta ingres.
L'esempio non vorrebbe dimostrare niente di particolarmente artistico ma semplicemente l'interazione tra supporto e pennellata. Tanto il supporto come il pennello sono stati interamente prodotti in gimp, dopo aver usato dei patterns (raster) sto trovando più interessante produrre texture su misura.

2008-08-03

Estate di Bruno Martino con João Gilberto

Il grande musico João Gilberto con questa bellissima canzone mi fa pensare a tante cose di estate...


Bm7.9 Em7 F#7.5+ Bm7.9
Estate sei calda come i baci che ho perduto

Em A7.13 Am7 D7.9b
sei piena di un amore che è passato

G7M Gm6 F#13 F#7.5+
che il cuore mio vorrebbe cancellare

Bm7.9 Em7 F#7.5+ Bm7.9
Estate il sole che ogni giorno ci scaldava
Em7 A7.13 Am7 D7.9b
che splendidi tramonti dipingeva

G7M Gm6 F#13 F#7.5+
adesso brucia solo con furore

B7M.9
Tornerà un altro inverno

Fm7.5b Bb7.13b Ebm7 G#13
cadranno mille petali di rose

Em7 A7.13 Am7 D7.9b
la neve coprirà tutte le cose

G7M Gm6 F#13 F#7.5+
e forse un po' di pace tornerà

Bm7.9 Em7 F#7.5+ Bm7.9
Estate che hai dato il tuo profumo ad ogni fiore

Em7 A7.13 Am7 D7.9b
l'estate che ha creato il nostro amore

G7M Gm6 F#13 F#7.5+

2008-07-17

Illustration Functions


Illustration Functions
Originally uploaded by jag-rabisco
Più spesso di quello che mi sono immaginato dovrei guardare a questa definizione di wikipedia sull'illustrazione... principalmente per quello che se riferisce al non interprettare le cose in modo troppo letterale... mi sa che ciò non è così ovvio!

Mais do que imaginei vou ter que ler esta definição de wikipedia sobre a ilustração... principalmente pelo que se refere ao interpretar o texto em modo muito literal... isto parece não ser tão obvio!
  • give faces to characters in a story;
  • display examples of an item described in an academic textbook (e.g. a typology);
  • visualize step-wise sets of instructions in a technical manual;
  • communicate subtle thematic tone in a narrative;
  • link brands to the ideas of human expression, individuality and creativity; and
  • inspire the viewer to feel emotion to expand on the linguistic aspects of the narrative.

2008-07-11

Interações entre Papel e Pincéis em Gimp | Interazione della Carta e Pennelli in Gimp

Estou fazendo alguns progressos na interação de brushes e instrumentos de desenho... como crayons... e textura de papéis... simulei o Ingres com aquelas belas listas em tom mais baixo... que cria um pattern bem interessante quando você passa o lápis de cor ou crayons... ai vão dois exemplos do trabalho preliminar... a coisa é muito simples de se fazer e pra isto testei dois métodos, com e sem layer mask.
Com layer mask o resultado parece menos gritante e mais harmonioso... mas o método de sobreposição de layers também funciona bem.
Ultimamente sto facendo dei progressi quanto l'interazione tra brushes e pencils... come i crayons... e la testure di alcuni tipi di carta. Ho simulato la carta tipo Ingres con le sue belle liste... che crea un effetto molto bello nella carta. Qui ho postato due esempi di lavoro in corso... ho provato due metodi, con e senza layer mask. Con layer mask il risultato è meno gridante e più armonioso... ma il metodo di sovrapposizione di layers funziona molto bene.

Com fazer | Come fare
Antes de tudo precisa criar a textura desejada. existe uma abundante documentação a respeito na web, mas em breve as minhas observações e dicas a respeito.
Prima di tutto bisogna creare la testure desiderata, esistono tantissimi tutorial a riguardo nell'web, ma in breve metterò le mie osservazioni e tips a riguardo.

1 - Método do Layer Mask | Metodo Layer Mask
Precisa simplesmente criar um layer mask no nível que você vai desenhar (selecione a mascara relativa ao desenho).
Bisogna semplicemente creare un layer mask nel livello che andrai disegnare ed inserire su di esso la testure della carta (selezionare la maschera relativa al disegno).


Nota: com layer mask o crayon impregna suavemente a textura do papel | con il layer mask il crayon si mischia teneramente con la testure della carta.

2 - Método com dois layers normais | Metodo con due layers
a. criar um layer transparente aonde você vai desenhar | creare un layer trasparente dove andrai disegnare.
b. colocar logo embaixo um layer com a textura desejada | mettere subito sotto a questo layer un nuovo layer con la testure desiderata.


Nota: com dois níveis somados o crayon fica mais pastoso com a textura do papel | con i due livelli sommati il crayon rimane più pastoso con la testure della carta.

Acho que no final será uma questão de gosto pessoal no escolher o método 1 ou 2.
Mi sembra che la scelta tra i due metodi è alla fine una questione di gusto personale.

Referências | Referenze
http://en.wikipedia.org/wiki/Crayon
http://en.wikipedia.org/wiki/Pencil

2008-07-09

Sumi-e con Gimp



Con i termini giapponesi sumi-e (墨絵) e suibokuga (水墨画), oppure con la parola cinese shuimohua (水墨画), si indica uno stile pittorico monocromatico dell'Estremo Oriente che utilizza solo inchiostro nero, il sumi, in varie concentrazioni.
Questa tecnica nacque in Cina durante la dinastia Tang (618-907), consolidandosi con la dinastia Song (960-1279). Fu introdotta in Giappone a metà del XIV secolo da alcuni monaci buddisti Zen, crescendo in popolarità fino al suo periodo di massimo splendore, nell'era Muromachi (1338-1573).
(da Wikipedia)

Nella mia ricerca sui pennelli per GIMP ho trovato varie referenze utili in un lavoro dell'Università di Hong Kong chiamato MOXI - Real-Time Ink Simulation

In base alla lettura di alcuni papers e col passar del tempo si prende più confidenze sulle tecniche e possibilità di implementazioni di alcuni concetti del sumi-e in ambiente digitale. L'immagine di esempio è un'esperienza veloce della seguente procedura in GIMP:
  1. si crea due layer, Strokes + Murillo* Paper e Murillo Texture:
    In Strokes + Murillo Paper, abbiamo un layer mask dove incolliamo la texture della carta, in questo caso Murillo.
    (*) Murillo è un tipo di carta molto utilizzata per l'incisione, nella stampa. Per realizzare i pattern ho utilizzato i filtri "Plasma", "Erode", "Dilate" e "Emboss" in modo ad ottenere un pattern che si somigliasse alla carta Murillo.
  2. nel layer Murillo Texture inseriamo nuovamente la texture della carta Murillo.
  3. si lavora con lo strumento "Ink" di gimp sul layer Strokes + Murillo Paper (i migliori filtri per questo caso sono "Dissolve" e "Behind", la "Opacity" può essere un altro ricorso... ma ho lasciato in 100%).
Qui sotto ci sono gli screenshots di gimp e i lavori prodotti con questa tecnica:

2008-07-02

Old Leone for Zanichelli

Leone per Zanichelli
Originally uploaded by jag-rabisco
Avevo già dimenticato che avevo fatto queste illustrazioni per un libro di biologia della Zanichelli. Mentre io costruisco il mio portfolio mi sono apparse le prove di stampe di questo leone... questo leone è una tempera di piccole dimensione.
Ho realizzato delle illustrazioni per la prima edizione italiana dei libri di biologia della BSCS... in quei anni si faceva tutto a mano: l'unico strumento tecnologico che avevo in studio era una fotocopiatrice... un lusso!

Tinha esquecido das ilustrações que realizei para a Zanichelli nos anos '90, eram para livros de biologia, ilustrei a primeira versão italiana dos livros de Biologia da BSCS. Naquele tempo era tudo na base do tira-linhas, compasso, nanquim, ecoline, tempera, acquarela. Mas era bem divertido fazer tais desenhos... o unico recurso tecnologico que eu tinha era uma maquina xerox... um verdadeiro luxo!

2008-06-21

La necessità di semplificare ovvero life redesign

From permaculture
Tutto nella vita si può semplificare, è un esercizio di re-disegnare buono e necessario al nostro pianeta. Siamo lontani di esseri i padroni o passeggeri del pianeta, invece siamo facenti parte di un sistema complesso di relazioni tra essere e cose e ogni volta che pensiamo o facciamo qualcosa in modo egocentrico possiamo esserci sicuri che il Tutto risente, perciò dobbiamo semplificare la nostra vita e i nostri costumi... scegliere le cose che realmente contano per il nostro spirito e sopravvivenza. Se facessimo una lista vedremo che rimarrebbero ben poche cose. Tutto ciò risiede nel cominciare la lista dell'ovvio.
Dopo esserci tornato in Brasile, queste cose mi assillano in tal modo che vengo scrivendo la lista delle cose fondamentali e ovvie... una di queste è vedere le cose crescendo nel giardino e nell'orto che sto piano piano mettendo assieme.
Nell'internet possiamo trovare tutto o praticamente sull'argomento, alimenti organici, concimi, permacultura, sistemi olistici e altro. Ho pensato che ai miei amici e visitatori potrebbero interessare una parte dei link che sto consultando:

Alimenti biologici senza spendere nulla
Produzione di concimi organico
Cella per produzione di concimi biologico
Cultivando in giornali vecci
Lista di piante repellenti
Concetto di permacultura in italiano
Pesticidi naturali
Topici verdi

Molto interessante è il sito www.instructables.com, dove puoi trovare un mondo di istruzioni per la realizzazioni di cose di ogni tipo.

Per colpa di questo hobby mi sono fatto male l'altro giorno... è caduto un grosso pezzo di legno sul piede sinistro... mentre facevo una cella per produrre concimi naturale. Per fortuna non è stato niente di grave e mi sto ricuperando.

Per vedere i progressi nel mio orto andate vedere l'album "permaculture" su Picasa Web Albums: jag.rabisco

2008-06-12

William Turner e l'astronomia | Os astros e William Turner

Molti si chiederanno... ma cosa centra William Turner con le stelle? Mentre pensavo cercando scrivere come queste due cose potevano stare assieme mi sono reso conto che ne tutto bisogna essere spiegato o giustificato per fare un senso... tocca a ognuno che leggi di completare il quadro. Il fatto ha inizio in una certa scena alla TV e ricordai un regalo, un catalogo di una mostra di Turner a Venezia, per augurarmi cosa sono e di non dimenticare mai i sogni... il regalo nella scena deja vu era un telescopio! Non mi sarebbe stato dispiaciuto diventare astronomo... ma a me è toccato la pittura.


Slave's Ship - William Turner - 1840 - Wikipedia

2008-06-05

I don't love you anymore and Ana Cristina Cesar

Un'altro giorno mi sono fermato davanti alla tv e ho guardato il programma 'entrelinhas' alla tv cultura (un bellissimo programma su letteratura)... facevano uno speciale di Ana Cristina Cesar, poetessa nata nel '52 e morta nel '83. Lei era una donna bellissima e sapeva scrivere, infatti era ossessionata dalla scrittura... Mi sono meravigliato dalla potenza della sua poesia e prometto inserire di tanto in tanto alcune sue poesie nel mio blog.

Acreditei que se amasse de novo
esqueceria outros
pelo menos três ou quatro rostos que amei
Num delírio de arquivística
organizei a memória em alfabetos
como quem conta carneiros e amansa
no entanto flanco aberto não esqueço
e amo em ti os outros rostos

Ho creduto che amando nuovamente
avrei dimenticato gli altri
al meno tre o quattro che ho amato
Nel delirio d'archivista
ho organizzato la memoria in alfabeti
come chi conta le pecore e li ammansa
ma è inutile non dimentico
e amo in te gli altri

(em Contagem regressiva - Inéditos e Dispersos)
Piccola biografia nel wikipedia [ana cristina cesar]

2008-05-22

Ma dove è il centro? | Mas onde está o centro?


Il mio centro attuale

Mentre ascolto alla RAI Radio Due il programma "Cattivi Pensieri", un tipo calabrese trapiantato a Roma viene intervistato alla radio, è parecchio tarde in Italia ma ci sono quelli che ancora sentono la radio;-), lui ci racconta di suo sconforto in vivere nelle grandi città... la speaker fa un parentesi e racconta che mentre viveva negli States ha ricevuto la visita del suo babbo... lo porta in giro per la città dove lei abitava e mentre giravano per la città lui chiedeva - ma dove è il centro? - e così lo ha portato per tutti i centri commerciali della città e lui continuava a chiedere - ma dove è il centro?
Mi fa pensare che è bello vivere in provincia... è sempre possibile sapere dove è il centro. Anche in Brasile le grandi metropoli sono piene zeppe di centri ma di quelli commerciali... mi sa che dobbiamo avere un nostro centro sempre per poter tornare per prendere fiato, per ricomporsi, per incontrare... Nella città che vivo adesso, Leme in Brasile, il centro c'è ed è soltanto uno e spero che rimanga così a lungo... Al centro c'è la piazza con dei bei alberi e il duomo al fondo... è tutto molto moderno ma centro pur sempre è!

Estava a noite escutando a RAI Radio Due, um programa chamado "Cattivi Pensieri", literalmente "Pensamentos Maldosos", quando vem entrevistado um calabres que mora em Roma, ele conta do seu desconforto em habitar nas grandes cidades... a locutora faz uma nota e conta que morou nos States e o seu pai veio visita-la. Ela o leva em passeio pela cidade aonde ela morava e durante o passeio pelas ruas ele começa a perguntar aonde estava o centro, e assim, ela acabou levando-o a todos centros comerciais da cidade:-))... mas mesmo assim ele continuava a perguntar - mas aonde é o centro?
Isto reforç
a a minha convicção que é muito belo morar na província, em uma pequena cidade do interior... é sempre possível saber aonde está o centro. No Brasil as grandes metropolis são cheias de centros mas daqueles comerciais... eu acho que deveríamos todos ter um nosso centro sempre para poder voltar e recompor as nossas energias, para encontrar pessoas... de qualquer forma saber que existe um centro é sempre muito confortante.
Na cidade que vivo atualmente, Leme, tem um centro e somente um, por isso que vem chamado de centro:-) e espero que seja assim por muito tempo... Neste centro tem uma praça com belas arvores e a matriz no fundo... é bem moderninho mas sempre um centro é!

Roughs with inkscape and gimp | Passo a passo


Un piccolo passo a passo

Quest'immagine è stata realizzata per una rivista specializzata, inizialmente ho utilizzato il pennino calligrafico di inkscape e aggiunto delle macchie di colori generali. In gimp è stata ulteriormente trattata, inserendo macchie di colori oppure scurendo qua e la!

Esta imagem foi realizada para uma revista especializada, inicialmente utilizei as penas caligráficas de inkscape e adicionei por fim as manchas de cores. Em gimp ela foi melhorada colocando outras manchas de cor ou escurecendo alguns detalhes como na blusa da garota. Por fim apliquei um filtro para emular o papel Murillo.

2008-05-21

Drawing with mypaint | velozes anotações em mypaint


Questo disegno è stato fatto molto velocemente con mypaint nella mia nuova macchina linux.
Sono contento per i risultati che vengo ottenendo con la ricerca legata ai pennelli, che di recente si è aggregato un vecchio amico della FAAP, Lito, sono felice di questa collaborazione. In fondo cerchiamo un equilibrio tra segno e stile per ritornare al mio vecchio stile rebuscato.

Este desenho feito muito velozmente con mypaint na minha nova maquina linux. Estou contente com os resultados que venho obtendo com a minha pesquisa ligada aos pincéis. Um meu velho amigo da Faap, o Lito, vai partecipar deste projeto e estou muito feliz desta sua parceria.
Na verdade procuramos o equilíbrio entre o signo e o estilo.

2008-05-15

Macos X on my box | Macintosh leopard no meu computer


Figura nel mio monitor analogico... non c'è bisogno di troppe parole.

Questa schermata da avvio all'installazione di Mac OS X Leopard - 10.5.2 nel mio computer di recente assemblato da me. Finalmente lavorare nel mac e nel linux nella stessa macchina.

Este screenshot é o painel de instalação do Mac OS X Leopard - 10.5.2 no computer de recente assemblagem... em base a pesquisa de varios hackers pude montar uma maquina, parece bem compativel, com o OS da Apple... proximamente irei instalar pra valer e ver se não temos surpresas... mas já chegar a este painel, é bem 90% dos problemas resolvido

2008-05-07

Creating brushes on inkscape to gimp | brushes dinamicos

Ho iniziato a creare alcuni pennelli in Inkscape per gimp... sembra molto interessante, perché il controllo è migliore sui tratti e oggetti da inserire. Questa figura utilizza 3 pennelli (angular, random e velocity) creati con inkscape e poi passati adeguatamente a gimp. Sono tutti dinamici ad un'unica dimensione. I pennelli random e velocity danno un bellissimo effetto della macchia dell'acquarello.

Aqui vão alguns pinceis feitos em Inkscape para gimp... parecem muitos interessantes, porque o controle é melhor nos strokes e objetos a serem colocados. Esta figura usa 3 pinceis (angular, random, velocity) criados com Inkscape e depois passados a gimp. São todos dinamicos (do tipo .gih) com uma única dimensão. Os pinceis random e velocity dão um belo efeito de mancha de watercolor.

2008-05-04

xxk | vent'anni di kaleidon - Rimini

Di recente i vecchi amici di kaleidon, Walter Toni e Francesco Ramberti, mi hanno invitato a partecipare ad una mostra per il ventesimo compleanno dello studio. Kaleidon è uno studio che lavora nella grafica a 360 gradi, multi purposes...
Per la mostra, ognuno dei partecipanti doveva realizzare un immagine interpretando la 'pausa musicale'.
Il catalogo della mostra è visibile in formato shockwave cliccando nel link al fine di questo post.

Recentemente velhos amigos de kaleidon na cidade de Rimini na Itália (terra de Fellini), Walter Toni e Francesco Ramberti, mi convidaram a participar aos vinte anos do estúdio. Kaleidon é um estúdio de gráfica que trabalha a 360 graus. Para esta exposição cada participante tinha que realizar um imagem interpretando a pausa musical.

Geometrias | Geometrie e figure

Oggi ho ricevuto un'email di Carlo Ferri, un amico italiano di vecchio tempo, siamo passati per la stessa Accademia di Belli Arti.
Carlo è una persona molto bella da incontrare e parlare... la sua arte è altretanto genuina e onesta, la quale ho sempre ammirata e apprezzata. Con la tecnica digitale lui viene già da tempo creando una serie di immagini di figure geometriche inspirate a volte a mosaici o pattern, a volte nella Optical Art... Il trattamento del colore rissente il lavoro di Johannes Itten... sono bei universi da percorrere... qui ho messo un'immagine di un gruppo di lavori che lui mi ha inviato.

Hoje recebi um email de Carlo Ferri, um amigo italiano de velhos tempos, passamos pela mesma escola de artes.
Carlo é uma pessoa muito bonita de se encontrar e falar... a sua arte é muito genuína e honesta e a qual admiro muitissimo. Com a técnica digital ele criou e vem ao longo destes ano um trabalho muito interessante inspirado em figuras geométricas, as vezes inspiradas em mosaicos ou patterns, as vezes na Optical Art. O tratamento da cor é muito influenciado pelo trabalho de Johannes Itten... são belos universos para percorrer e apreciar, aqui coloquei uma imagem de um grupo de trabalhos que ele acabou de me enviar hoje.

2008-05-03

A arte do inexorável recomeço | L'inoserabile reinizio

Muito se diz sobre o recomeçar... no fundo todo dia é um começar. Fazemos isto ao acordarmos, ao lavarmos o rosto na frente do velho espelho do banheiro, ao sentar na mesa de trabalho a procura de inspiração, de luz e das respostas às velhas perguntas indizíveis ou inimagináveis.
Os começos são difíceis e tenebrosos, cheios de pedras e buracos no caminho... mas independente das incógnitas não nos resta que começos até onde nos será permitido.

Cosa sarebbe il reinizio? Un punto nel bianco? In fondo ogni giorno stiamo facendo ciò... facciamo quando ci svegliamo, mentre laviamo la faccia davanti al vecchio specchio nel bagno, mentre sediamo al tavolo di lavoro alla ricerca di ispirazione, di luce, di risposte a domande inimmaginabili.
I reinizi sono difficili e obscuri, pieni di pietre e insidie lungo il camino... ma non resta altro all'animo umano che la lunga ricerca attraverso reinizi fino a quando ci sarà permesso.
Dedicato al mio zio Antonio Gobbo

2008-04-27

Nuovo pennello | novo pincel

Continuando la ricerca sui pennelli ho creato alcuni nuovi con caratteristiche diverse... sono sempre pennelli raster ma invece del stroke essere centrale è leggermente fuori centro... così con la produzione di layers ruotati posso creare una dinamicità interessante e ben reale.
Questo è un esempio chiamato idea per un ideogramma.

Continuo a pesquisa sobre os pinceis e assim criei novos com características diferentes, sempre do tipo raster mas o stroke ao invés de ser central é levemente descentrado, assim com a produção de layers rodados posso criar uma dinâmica bem real e elegante. Este exemplo eu chamei de idéia para um ideograma.

2008-04-16

Brushes for gimp | Pennelli artistici per gimp

Dopo la ricerca durata due mesi faccio una panoramica sul lavoro elaborando un documento pdf con le previews dei pennelli creati. Ancora è presto per capire i la portata della ricerca... ma volevo fare un quadro generale e così individuare possibili convergenze tra i diversi tipi di pennelli che ho creati per gimp, infatti, alcuni di essi dovranno essere rivisti e rielaborati per la serie dei "chinese brushes".
---
Per vedere i preview potete scaricare il pdf (
brushes for gimp - 2008 - s1)
Nota: tutti i pennelli sono di 100x100 pixels a 72dpi con esclusione di quelli segnalati nel preview.

Depois de uma pesquisa que durou cerca 2 meses decidi fazer um quadro do trabalho realizando um documento em pdf com os previews dos pinceis criados. Ainda é cedo para entender as conseqüências da pesquisa (alguns exemplos parecem reforçar a tese da pesquisa)... mas queria fazer um quadro geral e assim individuar possíveis convergências entre os diversos pinceis que criei. Alguns destes deverão ser modificados e re-elaborados para a serie dos pinceis "chinese brushes", visto que parecem bem afins a este tipo de pincel.
---
Documento pdf com os previews dos pinceis de gimp até agora criados (
brushes for gimp - 2008 - s1)
Nota: todos os pinceis são de 100x100 pixels a 72dpi com exclusão daqueles sinalizados no preview.

2008-04-10

Xilo and Texturize | Xilografia e texture

Le sperienze con la xilo digitale procede bene con alcuni nuovi pennelli (più esattamente scalpelli per il legno virtuale!) dinamici che imitano il taglio nel legno con un po' dell'incertezza naturale del mezzo. Adesso sto cercando un modo di creare dei pattern di legno il più veri possibili, in questo caso ho utilizzato il pino. Alla fine ho creato una texture a partire dell'originale attraverso un intrigante plugin di gimp... la cosa mi sembra molto interessante, perché crea un effetto del tutto naturale.

As experiências com a xilogravura continuam com alguns novos pinceis dinâmicos, ou melhor dizer burils para a madeira virtual, que imitam o corte na madeira com ou pouco da incerteza natural da veia. Agora estou procurando um modo de criar patterns de madeira o mais verdadeiros possíveis. neste caso usei o pinho. Por fim criei uma textura maior a partir do desenho original utilizando um plugin de gimp... o efeito é bem interessante e natural.

2008-03-19

Nuovo sperimento | Xilografia digitale

Sto facendo una serie di studi e immagini con diverse tecniche utilizzando gimp e mypaint.
Ho scattato alcune foto e poi le ho trattate le zone di ombra e luce a modo xilo. Per rendere la cosa ancora più interessante ho creato un pennello che emula l'effetto dello scalpello sul legno e per finire ho aggiunto la testure di una asse di legno, per dare quei piccoli difetti che rendono così belle queste stampe.

Estou fazendo uma série de estudos com diferentes técnicas utilizando o gimp e o mypaint.
Tirei algumas fotos e depois as tratei nas zonas de sombra e luz a modo xilo. Para o trabalho ficar mais interessante criei um pincel que imita o buril na madeira e por fim adicionei a textura de uma tábua de madeira , isto para dar aquele efeito de defeito na impressão que torna estas gravuras tão belas.

2008-03-14

Digital Collage


Come il collage mi piace assai, ho iniziato a produrre alcune illustrazioni libere sul tema. Ho creato alcune texture utili per i vestiti e altro... ho approfittato di alcune weaves per i tessuti di Painter e le ho integrate a Gimp. Ancora sono all'inizio della produzione ma mi lascia contento e felice nel fare ciò.

Eu gosto muito da técnica da "collage", estudei bastante isto na europa e pude experimentar bons e graficantes resultados. Em termos de "collage" digital ainda não tinha pensado, mas usando o tool "Free Select", percebi as potencialidades... e aí estou experimentando e iniciando a fazer algumas ilustrações bem livres, praticamente são os rabiscos que guiam o tema. Aproveitei do ambiente mac no linux e importei algumas "weaves" de tecidos de Painter para o Gimp. A produção está no inicio mas me deixa contente e feliz.

2008-03-13

Old Fashion - Mac OS 7.5 on Linux

Depois de pouco de trabalho para me recordar como se fazia, consegui instalar "BasiliskII" no Linux.
Basilisk é um emulador de velhos processadores motorola aonde rodava o Mac OS 7.5, aquele da carinha sorrindo. Não precisa sentir a minha satisfação em fazer funcionar direitinho o macintosh dentro do linux com uma serie de aplicações pra desenhar e que funcionam muito bem (illustrator, painter). Claro que estas aplicações são bem datadas, mas fazem o que tem fazer e rápido.
Fiz algumas provas com painter e funciona muito bem... a tablet, como é um componente que esta ligado no linux não tem jeito de instalar o driver próprio dela, mas funciona sem a feature da pressão e do tilt.

Dopo un po' di lavoro per ricordarmi come si faceva, sono riuscito installare BasiliskII nel Linux. Basilisk é un emulatore di vecchi processatori motorola dove giravano il Mac OS 7.x, quello con la faccetta sorridente. Non bisogna dire la mia soddisfazione in riuscire far girare il macintosh nel linux con una serie di programmi per disegnare e dipingere (Illustrator, Painter, ...). Chiaro che questi programmi sono un tantino datati, ma funzionano bene e veloce.
Ho fatto alcune lavori con painter e funziona bene... a tablet, com'è un componente che è attaccato al linux, non è possibile installare il driver suo, ma funziona senza la feature per la pressione e il tilt.

2008-03-12

Il Re Del Reame

Certe volte i disegni sono stranni non so perché... mi ricorda un'illustrazione di un libro che ancora non c'è ma che la storia forse già esiste... Questa immagine ho fatta com gimp ed i pennelli che ho disegnato per gli acquarelli.
As vezes os desenhos são estranhos, não sei bem a razão... me lembra uma ilustração de um livro que ainda está por vir mas que a história já existe... Esta imagem foi feita com gimp e os pincéis que desenhei pra realizar aquarelas.

2008-03-06

Digital Artist!?


Molti anni fa, quando frequentavo ancora l'accademia di Belle Arti di Bologna, correva l'anno 1986, mi ero messo a pensare come sarebbe stato l'artista del futuro. Mi ricordo una discussione nei corridoi dell'Accademia con Yuji e mi immaginavo dipingendo con strumenti di luce, computer e cose del tipo... certamente il computer e il software hanno fatto passi da giganti e oggi è possibile disegnare e dipingere al computer. Probabilmente gli strumenti e le interfacce dovranno migliorare ed avvicinarsi al processo di creazione., ma questo processo dovrebbe essere il più vicino al mondo dell'artista, senza troppi tecnicismi e più senso pratico. Oggi le tavolette grafiche sono diventate dei veri schermi di luce dove possiamo disegnare e dipingere diretamente sulla tela. Ma purtroppo i software sono troppo complessi da dominare, secondo me perché utilizzano una metafora dei primordi dell'interfaccia uomo-macchina... staremmo a vedere il futuro. Ma mentre questo non succede continuo a dipingere e disegnare con la mia tavoletta grafica.
Questa immagine è stata realizzata con un programma molto interessante e che promette, si chiama "mypaint" e gira sul linux, macos x e windoz. La texture della carta è stata creata da me utilizzando delle carte per acquerello in GIMP.

Muitos anos atrás, quando ainda estudava na Accademia di Belle Arti di Bologna, era 1986, comecei imaginar como poderia ser o artista do futuro. Me lembro discutindo com Yuji, um amigo japonês da accademia, e me imaginei pintando com instrumentos de luzes, computer e coisas do tipo... certamente os computadores e softwares fizeram passos notáveis e hoje é possível fazer tais coisas com uma certa facilidade; mas tanto os instrumentos quanto os softwares deverão melhorar e se aproximar ao processo de criação próprio dos artistas. Hoje as tablet gráficas se transformaram em monitores aonde podemos desenhar e pintar diretamente sobre as telas, infelizmente os softwares são muito complexos e pouco intuitivos porque utilizam metaforas erradas e superadas, ou seja, aquelas dos primórdios da interface homem-maquina... bem ficaremos esperando o futuro, mas enquanto isto não acontece continuo "pintar digital" com a minha tablet gráfica.
Esta imagem foi realizada com um programa bem interessante e que promete, "mypaint", que roda no linux, mac e windoz. A textura do papel aqui usado foi criado por mim em GIMP usando papeis para aquarela e gravuras.

2008-01-30

Acquerelli di Anna


Molto tempo fa mi sono preso l'impegno di insegnare la tecnica dell'acquerello alla mia migliore amica, Anna... Di sicuro lei ha anche molto talento, ma bisogna di incentivo e della pubblicità... Questo acquerello lei mi ha regalato tempo fa dopo una mostra che siamo andati assieme per vedere Turner a Venezia.

2008-01-25

Zucche, zucchine ovvero abobora, abobrinhas


Nel mio tragitto da contadino ho piantato nel mio orto un bel po di zucchine (cucurbita pepo), di due tipi, quelle che normalmente si trova in Italia e un tipo locale, detta 'caipira'. Da notare le zucchine ed i suoi derivate come le zucche sono delle piante del nuovo mondo (america centrale e sudamerica). È stata portata in Europa dal Messico e adottata in molti piatti gastronomici italiani.
Questa foto è l'inizio della produzione di zucche! Fra un mese forse si potrà vedere le zucchine in azione... pioggia permettendo.

Per maggiore informazioni:
Portoghese